Energia elettrica e gas, il dual fuel costa di più

07 - 02 - 2013Paolo Sansone
Energia elettrica e gas, il dual fuel costa di più

Secondo l’ultima ricerca effettuata dall’Osservatorio SuperMoney, le tariffe dual fuel offrono spesso prezzi più elevati rispetto a quelle tradizionali.

L’Osservatorio SuperMoney ha scoperto nella sua ultima rilevazione che il prezzo dell’energia dual fuel, che offrono la possibilità di sottoscrivere un solo contratto per la fornitura di luce e gas, non sono così vantaggiose come si crede. Grazie alla comparazione dei prezzi delle tariffe più vantaggiose presenti sul mercato, è emerso che quelli delle dual fuel sono mediamente più alti.

Se si sottoscrivessero due differenti contratti (uno per l’energia elettrica e uno per il gas), scegliendo le tariffe di Luce click di E.ON, e di e-light gas di Enel Energia, che dalla ricerca risultano le più convenienti per la fornitura rispettivamente di luce e gas, la spesa della stessa famiglia ammonterebbe a 1.616 (466 euro per la luce e 1.150 euro per il gas), consentendo un risparmio di 136 euro circa all’anno.

È stata presa in considerazione la spesa di un’ipotetica famiglia che risiede a Milano, con consumi annuali pari a 2700 kW/h di elettricità, e di 1400 Smc di gas. Se tale famiglia decidesse di sottoscrivere un contratto con la società GDF Suez, che dall’indagine si è rivelata una delle più convenienti sul mercato, la sua spesa annua ammonterebbe a circa 1.752 euro.

In altri casi, come quelli di Acea ed Eni, le tariffe dual fuel non sono realmente vantaggiose, poiché uguali alle tariffe singole. L’unico aspetto positivo per il cliente, consiste dunque nella ricezione di un’unica bolletta a fronte di due servizi.

“A conti fatti, le tariffe dual fuel non offrono alcuna convenienza ai consumatori”, commenta Andrea Manfredi, Amministratore Delegato dell’Osservatorio SuperMoney. “L’unico modo per risparmiare davvero sulle bollette – ha continuato Manfredi – è fare un confronto accurato tra le offerte disponibili sul mercato e non aver paura di scegliere due diversi operatori di luce e gas.”

Per prima cosa una famiglia potrebbe rivolgersi a uno dei servizi on line gratuiti proposti dai comparatori che indicano le tariffe migliori del momento per le specifiche necessarie.

Inoltre, dopo aver effettuato il confronto, sarebbe utile recarsi direttamente in filiale a chiedere conferma di quanto emerso via internet. A volte, infatti, possono esserci delle condizioni particolari per quanti decidono di stipulare un contratto diretto sul web, e delle altre per chi invece lo fa direttamente dallo sportello.

  • Lorenzo1706

    La domanda è: Perchè paghiamo il GAS il 40% in più rispetto alla media Europea??Infame sovrapprezzo pagato da Pensionati,disoccupati,ospedali,PMI.
    Per info vedi inchiesta Report su Eni-Kazakistan e avrete belle sorprese!!

Copyright 2012 © Editore Base per Altezza S.r.l. - Partita Iva 05831140966