L’inchiesta sui conti di Casaleggio e Grillo spopola nel web ma la stampa tace

08 - 02 - 2013Valeria Covato
L'inchiesta sui conti di Casaleggio e Grillo spopola nel web ma la stampa tace

Chi è Gianroberto Casaleggio lo sapevamo già, il legame psico-politico che lo lega a Beppe Grillo anche. Forse però in pochissimi si sono messi a splulciare i bilanci delle sue società, da Webegg fino alla Casaleggio e associati.

Antonio Amorosi, giornalista e scrittore, nella sua inchiesta pubblicata su Affari italiani, il quotidiano on-line fondato e diretto da Angelo Maria Perrino, non si è limitato a questo seppur impegnativo compito, rivelando particolari poco noti.

Ma cosa c’è da sapere? Di cosa dobbiamo renderci conto? Amorosi ha scelto di incontrare alcuni ex collaboratori di Casaleggio e rivelare qualcosa di cui essi sono a conoscenza consultando poi in parallelo centinaia di documenti.

I dati riscontrati sono stati sottoposti ad una ulteriore analisi giungendo ad identificare delle costanti. Quali? “Le aziende del guru hanno sempre gli stessi problemi, spese sproporzionate per il personale e le materie prime, in percentuale così alta da determinare un buco di bilancio. A conferma che la gestione Casaleggio richiede sempre ingenti risorse economiche”, è uno degli esiti interessanti cui giunge Amorosi. E dietro all’apparente spontaneità del Movimento 5 Stelle in realtà si nasconde un’idea aziendale tanto cara a Casaleggio in cui tutto è già ben organizzato.

In rete sembra che l’inchiesta abbia avuto un bel successo: “Boom su twitter della nostra inchiesta su Gianroberto Casaleggio. Tra ieri e oggi la videoinchiesta ha scalato le classifiche del social network e superato anche l’esilarante imitazione di Casaleggio ad opera di Crozza”, si legge sul blog del suo autore.

Ma a due giorni dalla sua pubblicazione le rivelazioni su Casaleggio sembrano essere rimaste intrappolate nei social, faticando a trovare spazio nella stampa italiana.

Il video dell’inchiesta

Chi ha letto questo ha letto anche:

  • http://www.facebook.com/gianfranco.leri Gianfranco Leri

    La stampa,di destra e di sinistra, asservita alle banche, lobby e multinazionali e soprattutto per chi non avrà più il finanziamento pubblico, se avesse un solo motivo per sputtanare Grillo e Casaleggio, mi chiedo, se davvero si lascerebbero scappare questa grande occasione.

  • enrico de reggi

    A voi “spulciatori” di Grillo e Casaleggio consiglio di spulciare i bilanci e gl’intrallazzi tra PCI,DS, PD negli ultimi 10/25 anni e il MPS, sopratutto tramite la Fondazione.

  • Stefano Ansaldi

    Tante belle cose , interessanti e personalmente condivisibili . Io in Casaleggio vedo tutto tranne che un mago dell’informatica e della comunicazione. Chiunque nell’IT se ne accorge vedendo il blog di grillo e la gestione della comunicazione basata sui maggiori social network (FB , Twitter) i video sono su (Youtube) e gli incontri su meetUp tutto gratuito e fruibile da chiunque. Il blog che è l’unica cosa di casaleggio fa “cagare”. Poi se ladra …verra punito …mi pare che non sia tra i candidati …insomma metterei piu’ enfasi a trovare le magagne del PD e PDL dove davvero ci si sguazzerebbe per decenni.

  • Scioli

    “…Ma a due giorni dalla sua pubblicazione le rivelazioni su Casaleggio
    sembrano essere rimaste intrappolate nei social, faticando a trovare
    spazio nella stampa italiana…” forse perchè sono QUISQUIGLIE in confronto ai più di 100 procedimenti che ha in corso il Cavaliere con tutte la sua Cavalleria???

  • http://www.facebook.com/people/Gino-Cunsolo/100001890226238 Gino Cunsolo

    E questa sarebbe una verità ? questa è una ciofeca d’inchiesta.

Copyright 2012 © Editore Base per Altezza S.r.l. - Partita Iva 05831140966